Indice

La dieta vegana può essere seguita in gravidanza come in ogni altra fase della vita e assicura il soddisfacimento dei fabbisogni nutrizionali della madre e del feto.

È associata al mantenimento di un peso corretto durante tutto il periodo di gestazione e alla corretta regolazione insulinica.

In gravidanza è importante assicurarsi di assumere alcuni nutrienti che possono essere scarsi o assenti nella propria dieta, anche ricorrendo all’integrazione, indipendentemente dalla tipologia di dieta seguita.

Consigli per una corretta dieta vegana

Alcuni consigli:

  • Assicurarsi di assumere abbastanza vitamina B12: utilizzare i supplementi di cianocobalamina;
  • Consumare quotidianamente fonti di omega-3 come i semi di chia, i semi di lino e le noci. In gravidanza è sempre necessario assumere un integratore di EPA e DHA, ovvero omega-3 a catena lunga. In commercio se ne trovano di origine algale, adatti alla dieta vegana;
  • Abbondare con cereali integrali, legumi, verdure a foglia verde scuro, latti vegetali e yogurt fortificati, frutta secca e semi oleaginosi per assicurarsi un’adeguata assunzione di ferro e calcio;
  • Assumere l’integratore di acido folico, anche se la dieta ne è già molto ricca, sono fondamentali per lo sviluppo del tubo neurale del feto.

La dieta vegana per la gravidanza non si discosta molto dalla dieta vegana quotidiana, e gli accorgimenti per avere un’alimentazione equilibrata sono simili.

È comunque utile rivolgersi a un/una nutrizionista per indicazioni più precise riguardo alle varie fasi della gravidanza.

Prenota ora un visita con il nostro nutrizionista presso MedNow a Milano

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Indice

Focus

Articoli Simili

Apri la chat
1
Contattaci con WhatsApp
MedNow Whatsapp
Buongiorno, come posso aiutarla?