Le allergie respiratorie: cause, sintomi e trattamenti

Le allergie respiratorie

Indice

Le allergie respiratorie sono malattie comuni che possono causare sintomi quali raffreddore, congiuntivite e asma bronchiale sia limitati in certi periodi dell’anno (non solo la primavera come spesso si pensa) che persistenti durante tutto l’anno

L’allergia può insorgere a qualsiasi età sia nella prima infanzia che in gioventù o in età adulta e ha spesso una componente familiare.

Le allergie respiratorie possono essere di diversi tipi, tra cui la rinite allergica, l’asma allergica e la sinusite allergica.

La rinite allergica è la più comune e si manifesta con sintomi come naso che cola, starnuti e prurito agli occhi.

L’asma allergica è caratterizzata da problemi respiratori come respiro sibilante, tosse e difficoltà respiratorie.

La sinusite allergica può causare mal di testa, congestione nasale e senso di pressione alle orecchie.

Causa delle allergie respiratorie

Le allergie respiratorie sono causate dalla risposta esagerata del sistema immunitario a sostanze che il corpo percepisce come pericolose, ma che in realtà non lo sono. Queste sostanze, chiamate allergeni, possono variare da persona a persona, ma includono spesso polline, polvere, acari della polvere e peli di animali domestici.

Le sostanze comuni che possono causare allergie respiratorie sono:

  • Polline
  • Muffe
  • Acari della polvere
  • Animali domestici
  • Inquinamento dell’aria

Ma ci sono anche allergie causate da agenti chimici come la formaldeide, il nichel e altri metalli, nonché da farmaci, alimenti e additivi alimentari.

Sintomi

I sintomi delle allergie respiratorie possono variare da persona a persona. Tuttavia, i sintomi comuni includono:

  • Starnuti
  • Naso che cola
  • Congestione nasale
  • Tosse
  • Prurito agli occhi e al naso
  • Gola irritata
  • Respiro sibilante
  • Difficoltà respiratorie

Trattamenti e controlli

Conoscere a cosa si è allergici è fondamentale per evitare sintomi acuti e talora gravi, utilizzare i farmaci in modo corretto ed efficace, prevenire i peggioramenti e le complicanze.

È importante rivolgersi allo specialista allergologo che con opportune domande e tramite i prick test (esame molto semplice che può essere eseguito anche nei bimbi) consente una prima diagnosi già nel corso della visita

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Indice

Focus

Articoli Simili

Apri la chat
1
Contattaci con WhatsApp
MedNow Whatsapp
Buongiorno, come posso aiutarla?